EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
04/09/2021
Acciaio inossidabile nei vaccini: aggiornamento sulla contaminazione di Moderna in Giappone
Silvia Pedrazzini Silvia Pedrazzini

Un' indagine ha rivelato che in alcune fiale dei lotti di vaccino Moderna contro il Covid-19 ritirati in Giappone, vi è la presenza di contaminanti di acciaio inossidabile. I regolatori sanitari giapponesi hanno ritirato circa 2.6 milioni di dosi del vaccino e stanno indagando sulla morte di due uomini che hanno assunto una dose facente parte dei lotti contaminati.


Moderna ha affermato in una dichiarazione che il suo distributore giapponese  Takeda richiamerà le dosi del suo vaccino COVID-19 in Giappone dopo che un'indagine ha rivelato che in alcune fiale dei lotti di vaccini ritirati  vi è la presenza di contaminanti di acciaio inossidabile.
La contaminazione è stata fatta risalire alla produzione gestita dall'appaltatore spagnolo ROVI Pharma Industrial Services.
I risultati sono stati scoperti da un'indagine condotta da Moderna e Takeda, non dal Ministero della Salute giapponese.
Dalla relazione è emerso altresì che sono state trovate altre sostanze estranee nelle fiale.
A partire dal 2 settembre Takeda ha avviato  il richiamo di tre lotti di circa 2,6 milioni di dosi.
Inoltre, le  autorità stanno anche indagando sulla morte di due uomini giapponesi sulla trentina che hanno ricevuto dosi dal lotto di vaccino contaminato.
Taro Kono, ministro giapponese responsabile della campagna di vaccinazione, ha affermato che circa 500.000 persone hanno ricevuto l'iniezione dai tre lotti di Moderna sospesi.

 





LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US