EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
Giorgianni e Amnon Yitzhak

Giorgianni e Amnon Yitzhak

04/08/2021
GLI EBREI DIFENDONO GIORGIANNI Dalle accuse false del Mainstream
Redazione OMV News Redazione OMV News

Il rabbino israeliano e una scrittrice ebrea italiana difendono l'operato del magistrato e il Libro Strage di Stato

TRADUZIONE dal testo allegato in lingua ebraica

Con l’aiuto del Signore
Allo stimato Dott. Angelo Giorgianni

Oggetto: Petizione contro le diffamazioni irresponsabili e senza alcun precedente che vengono rivolte contro la Sua persona.
Scrivo a Lei e su di Lei, per dimostrare a Lei e a tutti gli italiani la mia solidarietà nei Suoi confronti a motivo degli attacchi di stampa ingiustificati che Ella sta subendo, oltre al mio stupore e profondo risentimento per le false e infondate accuse che Le vengono rivolte di antisemitismo.
Anche verso i Media che si mobilitano, come in tutto il mondo, a beneficio del Nuovo Ordine Mondiale finalizzato a chiudere le bocche alla gente ad opera di capitalisti, utilizzando tutte le reti a loro disposizione e impedendo una discussione fruttuosa e responsabile sulla falsa situazione riguardante la pandemia della paura e nulla più …fino alla menzogna, minacce e accuse orribili; come succedeva nella Germania nazista…
Io L’ho conosciuta come un uomo portatore di pace e amore verso le persone, che si è fatto carico di una responsabilità internazionale volta ai diritti dell’uomo, che ama Israele e gli ebrei in particolare.
Alcuni giorni fa ho appreso del Suo libro riguardante le Sue indagini, che apporta preziose prove in un'epoca di bugie globali e che svolge un’ analisi degli eventi e degli aspetti critici sulla falsa pandemia, accuratamente descritti e supportati da un'ampia e autorevole documentazione e con il mio sostegno.
Pertanto, avendo appreso ciò, sono stupito e risentito riguardo alle accuse giornalistiche circa le opinioni espresse nel libro, nel cui testo in realtà non c’è alcuna menzione che possa riguardare diffamazione per antisemitismo, non solo in base a sentenze giudiziarie che non si trovano nel libro "Strage di Stato", ma anche in contrasto con il Suo impegno pubblico e le iniziative concrete che Ella ha intrapreso a beneficio degli ebrei in generale e del popolo israeliano in particolare, di cui io e molti israeliani siamo testimoni .
In ultimo, l'importante appello al Tribunale dell'Aja, per i crimini contro l'umanità a danno del mondo intero, che Ella ha deposto con la mia consapevolezza e con l’ausilio di due avvocati israeliani dell'area legale dell'Organizzazione Mondiale della Vita, di cui Ella è Segretario Generale.
Per la Verità e la Giustizia sono pronto a testimoniare pubblicamente di fronte al popolo italiano e ai cittadini del mondo sulle Sue capacità umane e morali, sulle Sue battaglie per la protezione dei diritti fondamentali dei cittadini del mondo e sui Suoi autentici sentimenti di amore verso gli ebrei, che La rendono degno di essere annoverato non solo tra i nostri amici ma essere riconosciuto come “Giusto tra le Nazioni del Mondo intero”. Con stima.

Rabbino Amnon Ytzhak

Bnei Berak – Israele – li 06/04/2021
 


LETTERA APERTA AI MEDIA EBRAICI ITALIANI

"..Nicola Gratteri, prefazione a libro antisemita e
complottista della pandemia..."

Sono Paola Fargion, ebrea italiana, cittadina dello Stato di Israele, scrittrice
di narrativa ebraica e soprattutto amante della Verità.
Fino al 30 marzo àOZL ho creduto di leggere notizie giuste, di
"informazione corretta" e affine ai valori dell'ebraismo sui siti e media
ebraici italiani, da ebrea credente quale io sono, spirituale e liberale,
fortemente propugnatrice di dialogo e confronto anche con chi la pensa
diversamente, ma pur animato dal rispetto verso I'altro.
MAI MI SAREI A§PETTATA di vedere ribattute PROPRIO DAI MEDIA
EBRAICI ITALIANI (che seguo da anni) delle macroscopiche menzogne
su quanto in oggetto (vedasi news sul libro "Strage di Stato").
Dato il grande clamore suscitato da questo saggio e dal fatto che un
personaggio integerrimo come il Procuratore Nicola Gratteri avesse
"osato" firmarne la prefazione, ho voluto acquistarlo per rendermi
conto di tale "abominio antisemita".
Ma più proseguivo nella lettura (oltre 350 pagine fitte fitte) e meno
trovavo, anzi... non trovayo proprio nulla di quanto urlato a La Zanzara
da un'giornalista'ebreo (e questo è giornalismo?!?), un ebreo che
odia gli antisemiti (lo dichiara lui...), nonché sbandierato in pompa
magna sulle pagine de "ll Foglio", il "Riformista", con intervista ad un
esimio.personaggio pubblico ebreo, il "Giornale", "Libero" e altre
testate... E in modo ligio, spero inawertitamente, ribattuto da
"Progetto Dreyfuss", "Moked" e altri siti ebraici, con titolone ad
effetto: ... LIBRO ANTISEMITA E COMPLOTTISTA...
Sono allibita, frastornata e soprattutto disgustata.
E mi chiedo: qualcuno di voi ha forse letto il libro incriminato prima di
diffondere o ribattere articoli oltraggiosi e soprattutto falsi?
O forse qualcun altro sa se per caso quelle frasi e quei concetti così
"odiosamente antisemiti" siano stati rimossi nella
seconda lterzalquarta edizione, forse quella da me acquistata qualche
giorno fa?
E allora, potrebbe gentilmente segnalarmeli? Chissà, forse sto
perdendo la vista, o forse, peggio, la ragione... E se no, se invece fosse
una clamorosa scivolata da parte vostra, o meglio... una tragica fake
new? Beh... allora... in questo caso...
DOVRETE CHIEDERE SCUSA PUBBTICAMENTE.
Lo pretendo in nome della Verità e della Giustizia, valori non
negoziabili del nostro Popolo, da ebrea e da cittadina italiana perché -
in entrambi i casi - di questa scivolata me ne vergogno e da essa mi
dissocio ! ! !
Mi batto da anni contro l'antisemitismo in eventi, conferenze, sulla
stampa, ovunque; quello vero, ideologico, culturale, politico e
spirituale, spesso silenzioso e subdolo, portato avanti oggigiorno da
troppi insospettabili, aihmè... nemici travestiti da amici. E in tutto
questo io ci metto la faccia, oltre alla penna... E soprattutto quando
scrivo sto molto attenta alle parole che, si sa, possono costruire ma
anche lapidare, dunque uccidere. Come in questo caso.
Scrivere o riportare frasi inventate come quelle apparse sui media e
siti ebraici facendosi strumentalizzare in modo così vergognoso'..
questa sì che è divulgaeione di autentiche FAKE NEWS.., Nonché
t'aver svenduto al dio della menzogna la nostra dignità, la nostra
identità e anche la nostra intelligenza !
Divulgare ai quattro venti affermazioni antisemite che non sono
neppure lontanamente presenti in alcuna pagina del saggio "STRAGE
Dl STATO" per attaccare e distruggere la credibilità altrui in modo
mendace e fasullo, vuol dire diffamare e puzza di propaganda
nazifascista/comunista/nichilista, nello stile della Polizia zarista con I
ben noti "Protocolli dei Savi di Sion" o nello stile del gerarca nazista
Gòbbels. E ciò non è degno di una democrazia.
ln un paese democratico esiste la libertà di pensiero e anche di
dissenso, mentre nelle dittature nere, rosse, gialle o verdi che siano
...purtroppo no. Dov'è dunque finito il nostro Paese? E Ie nostre
coscienze?
Finché crederemo di essere ancora in democrazia (e purtroppo non lo
siamo più da tempo), un cittadino ha il diritto sacrosanto di non essere
d'accordo sull'operato del Governo e della politica; ha il diritto
sacrosanto di esprimere il suo dissenso e pensare come molti oggi, e
cioè che potrebbe astenersi dal vaccinarsi, non perché non creda al
vaccino come mezzo preventivo e non di cura, ma perché "QUESTO
VACCINO NON LO/A CONVINCE" (e per quanto mi riguarda, non solo il
vaccino non mi convince... sia chiaro), come non convince illustri
scienziati come il prof. Luc Montagnier o il prof. Giulio Tarro. E tanti
altri nel mondo che non sono certo né pazzi, né cospiratori, né
paranoici. Solo liberi pensatori.
Nella mia vita ho viaggiato molto e mi sono sottoposta a svariati
vaccini, fra cui quello contro la febbre gialla. ln quelli credo, in questo
no. Sono complottista? Negazionista? (brutta parola, questa, proprio
fuori luogo... da lasciare a chi nega la Shoah, non il vaccino o la
pandemia ). Sono forse dissidente? Fate voi. Magari sono solo una
donna libera di ragionare. Che pensa, e dunque è.
Credo anche che ci siano evidenti interessi mondiali (visibili forse solo a
chi non è cieco, sordo o addormentato), che indirizzano scelte politiche
e comportamenti delle masse.
A questo proposito mi sono documentata già da tempo, leggendo
articoli e libri di Klaus Schwab (e mi sono allarmata), ma anche vari
saggi o interviste a persone come la voce italiana fra le più inascoltate
in ambito scientifico: quella del Prof. Giulio Tarro.
Ripeto: sono anch'io antisemita? Dissidente eretica? Complottista
paranoica e dunque da rinchiudere o dileggiare perché pericolosa per il
sistema e per il mio prossimo?
Attenzione a pensare simili cose o ad etichettare le persone... Molti lo
hanno già fatto nei nostri confronti (degli ebrei, per intenderci) con
stelle gialle e contrassegni vari per riconoscerci bene e così
distinguerci, isolandoci a mezzo diffamazione, per poi accusarci e
sterminarci...
MA MAI NELLA STORIA È AWEHIUTO CHE EBREI L'ABBIANO FATTO VS
ALTRI CITTADINI, EBREI E NON!
Una persona autorevole in ambito ebraico un giorno mi disse: "Sai, non
tutto quello che esce da lsraele è buono, sempre e per forza..."
Purtroppo aveva ragione... e la nostra storia lo conferma.
Basta leggere il Tanach: re e regine che agivano male agli occhi del
Signore e che nei secoli hanno traviato il Popolo, ammazzando o
perseguitando uomini inviati da Dio; falsi profeti (gli odierni latori di
fake news...), uomini e donne che adoravano idoli muti o dei estranei;
Sacerdoti, i Cohanim, che sacrificavano ai Baal o adoravano il sole.
E oggi ancora... Gli dei sono diversi, ma alcuni li adorano... Noi ebrei
non siamo perfetti, purtroppo, né tantomeno santi. E molti si sono
perfino dimenticati di essere ebrei.
Correggete dunque il tiro finché siete in tempo e non permettete che
la menzogna prenda possesso del "vostro pensiero" e soprattutto della
"vostra anima".
CHIEDETE SCU§A PER LA DIFFUSIONE DELLA CATUNNIAIII E se non
I'avete ancora fatto, allora ordinate questo libro famigerato e
leggetevelo una buona volta. Così dopo dovrete chiedere scusa per
forza !
Non vi troverete altro che una lineare prefazione del Procuratore
Gratteri, che invita all'attenzione riguardo ai pericoli di infiltrazioni del
malaffare in questi tempi di caos ed emergenza. E poi un'accurata e
asciutta (talvolta un pochino noiosa) narrazione della pandemia, con
oltre L000 note a piè di pagina (con spunti di approfondimento molto
interessanti), che permettono di documentarsi e soprattutto di far
crescere una coscienza critica, cosa rara di questi tempi. Un po'come
fa la saggista Bat Ye'or, che analizza ifatti con pochi commenti e molte
note. Un libro, un saggio quasi "asettico", chiaro, preciso, sicuramente
un lavoro grandemente faticoso, molto utile per capirci di più. (Per chi
lo vuole, ben inteso). Nell' ultimo capitolo gli autori esprimono
sobriamente il loro pensiero, senza coercizzare o voler convincere,
lasciando sviluppare nei lettori la capacità di discernimento. E tutto
questo è antisemitismo? Forse sono I media, ebraici e non, a propagare
la menzogna... non certo gli autori di questo saggio!
ln conclusione dunque... Riflettete e soprattutto agite.
Con I'augurio e la speranza che la Verità trionfi, da parte di un'ebrea
che vuole Verità, Giustizia e Coerenza SPECIE DAL MONDO EBRAICO
ITALIANO di cui è parte, che non deve più prestarsi a
strumentalizzazioni e che forse ha dimenticato un piccolo particolare:
che nei secoli, proprio per calunnia, diffamazione generalizzata,
censura e propaganda fondate sulla MENZOGNA proprio noi ebrei
abbiamo duramente pagato e patito quello che oggi stanno pagando e
patendo, esposti - come sono - alla gogna mediatica e al pubblico
ludibrio, il Procuratore dr. Nicola Gratteri, il dr. Pasquale Bacco e il
Magistrato dr. Giorgianni

Paola Fargion
5 aprile 2021

 

 

 


  • VIA
  • Redazione OMV News
  • TAGS



LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US