EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
06/07/2021
Intervista a Francis Boyle "il Covid è un’arma biologica"
Silvia Pedrazzini Silvia Pedrazzini

Intervista al Professor Francis Anthony Boyle,  avvocato per i Diritti Umani e professore di diritto internazionale presso l'Università dell' Illinois College of Law. Boyle sostiene che il coronavirus sia un'arma da guerra biologica; già a marzo 2020 il Professore affermava “Il coronavirus è un’arma da guerra biologica creata in un laboratorio di Wuhan e l’Organizzazione Mondiale della Sanità ne è già a conoscenza”.


Descrizione ed intervista a cura di  MITTDOLCINO.  VIDEO


Abbiamo intervistato il Professor Francis Boyle, avvocato per i diritti umani e professore di diritto internazionale presso l’Università dell’Illinois College of Law.Grazie alla sua esperienza, ci ha descritto un quadro a tinte fosche. Dobbiamo prepararci perché sarà un inverno caldo. Dal programma di vaccinazione di massa non si prevede nulla di buono. Una vaccinazione va affrontata seriamente, con i mezzi adeguati. Parliamo di farmaci, non di caramelle. Abbiamo esaurientemente spiegato le possibili reazioni avverse che si potrebbero verificare in seguito alla vaccinazione.
Negli Stati Uniti, il popolo si sta svegliando. Un’avanguardia sempre più numerosa, eterogenea sta prendendo coscienza del ruolo che ricopre a livello sociale ed economico. L’Occidente sta cambiando pelle. Sta morendo. Forse per rinascere. E questo porterà molto dolore. Una sola nazione ha compreso realmente ciò che sta accadendo: la consapevolezza scorre come un fiume in piena negli Stati Uniti. 
Per essere rivoluzionari non basta voler cambiare le cose. Non basta che tutto il popolo vada in piazza. Quando sento frasi del tipo: “Se scendessimo tutti in piazza..”, non succederebbe assolutamente nulla. Se non si ha consapevolezza di ciò che si vuole e non si hanno le connessioni necessarie per farlo.
Stiamo assistendo alla disgregazione di quel sistema unipolare che emerse dal crollo dell’Unione Sovietica e che ora a sua volta viene travolto da un’onda inarrestabile. Ecco perché viviamo momenti di estrema incertezza.
E il Covid si inserisce in questo contesto come elemento del caos, destinato a destabilizzare se non il mondo, almeno l’Occidente. Il Covid come afferma il Professor Boyle è un’arma biologica.
Per quest’affermazione ha subito attacchi. Di questo non si può parlare.
A che cosa può servire il vaccino contro il Covid, quando come tutti sappiamo, si tratta una malattia la cui letalità è bassissima?
Se riflettiamo, siamo così sicuri che le èlite Occidentali abbiano tutto sotto controllo, come vogliono farci credere?

 


  • VIA
  • Silvia Pedrazzini



LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US