EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
26/10/2021
Bolivia: respinto l'obbligo del certificato di vaccinazione COVID-19
Silvia Pedrazzini Silvia Pedrazzini

La Prima Camera Costituzionale del Tribunale Dipartimentale di La Paz ha respinto la proposta dell' ufficio del sindaco per richiedere un certificato di vaccinazione obbligatorio contro il Covid-19; le dichiarazioni dell'avvocato  OMV Gabriel Justiniano.


Sabato 23 ottobre 2021 la prima camera costituzionale di La Paz -Bolivia ha negato l'azione  presentata dal governo autonomo municipale di La Paz  che richiedeva un certificato di vaccinazione Covid-19 obbligatorio. 
L'avvocato OMV Gabriel Justiniano, attivista per la difesa dei diritti umani,  dichiara :
"Sabato 23 ottobre 2021, la prima Camera Costituzionale della Corte Dipartimentale di La Paz (Bolivia) ha tenuto l'udienza di Azione Popolare proposta dal sindaco di La Paz Iván Arias che ha chiesto alla giustizia boliviana di ordinare e ordinare il vaccino contro il COVID 19 sia obbligatorio in tutto il paese (Bolivia).
I 9 governi dipartimentali ed i  rappresentanti degli uffici dei sindaci di tutto il Paese sono stati convocati all'udienza per presenziare  e la maggioranza ha partecipato.
Noi, cioè la dott.ssa Patricia Callispieris, la dott.ssa Guery Cordero e i comitati civici di La Paz e El Alto che mi garantiscono la rappresentanza legale come loro avvocato, ci presentiamo come terzi interessati nell'udienza e abbiamo difeso la posizione di prevenire che il vaccino sia  obbligatorio in Bolivia.
Postuliamo che come difensori dei diritti umani dobbiamo difendere i diritti alla vita, alla libertà e alla dignità dell'essere umano e questi non possono essere soggetti per nessun motivo;  nessuna autorità o governo dovrebbe pretendere la prerogativa di prendere decisioni che violino l'autonomia dell' essere umano a discapito dei suoi diritti.
La Prima Camera Costituzionale presieduta dal dott. Israel Campero, facendo un'adeguata analisi del problema, ha deciso di negare la protezione e quindi ha dichiarato l'inammissibilità dell'azione popolare e ha raccomandato che i governi dipartimentali e nazionali dovrebbero generare politiche di protezione della salute che  dovrebbero essere sulla base di studi scientifici.
Ritengo, come avvocato, che il presidente Israel Campero, in qualità di presidente della camera costituzionale, abbia preso una saggia decisione facendo giustizia e prevalendo la difesa dei diritti umani.
Gabriel Justiniano ".

 





LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US