EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
.PRESENTATO IL RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER IL RICONOSCIMENTO DELL’INCOMPATIBILITÀ TRA IMMUNITÀ NATURALE E VACCINAZIONE.

.PRESENTATO IL RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER IL RICONOSCIMENTO DELL’INCOMPATIBILITÀ TRA IMMUNITÀ NATURALE E VACCINAZIONE.

10/04/2022
"PRESENTATO IL RICORSO STRAORDINARIO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA PER IL RICONOSCIMENTO DELL’INCOMPATIBILITÀ TRA IMMUNITÀ NATURALE E VACCINAZIONE.
OMV News Author OMV News Author

L’Organizzazione Mondiale per la Vita, insieme all’Eretico (guidate da Angelo Giorgianni) ed a Immuni per sempre, con il supporto legale  degli avv. Francesco Caronia e Jenny Lo Presti, hanno presentato ricorso straordinario al Presidente della Repubblica,contro Ministero della Salute e Presidente del Consiglio per il riconoscimento dello stato di IMMUNITA NATURALE e degli EFFETTI MEDICO-LEGALI connessi. In particolare, il RICORSO è stato presentato insieme  a numerosi sanitari già in precedenza guariti da Sars-Cov-2, per fare annullare i PROVVEDIMENTI MINISTERIALI con cui sono stati imposti RICHIAMI VACCINALI e tempistiche fino a 90 gg., anche a carico dei sanitari già in precedenza guariti da Sars-Cov-2, nonché per fare dichiarare lo status di "IMMUNI NATURALI” e  come tale la condizione incompatibile con la vaccinazione!
A supporto di questa iniziativa sono state dedotte le gravissime LESIONI COSTITUZIONALI ed alla NORMATIVA COMUNITARIA E INTERNAZIONALE e sono state presentate oltre 1000 EVIDENZE SCIENTIFICHE INTERNAZIONLI sull’IMMUNITA' NATURALE e sulla sua INCOMPATIBILITA' con il TRATTAMENTO GENICO VACCINALE, sulla sua INEFFICACIA ed EVENTI AVVERSI, evidenziando anche 4 MILIONI di EFFETTI AVVERSI e 4000 DECESSI DI CITTADINI EUROPEI.
Sarebbe auspicabile la massima partecipazione di tutte le Associazioni, Movimenti e Singoli che se interessati nel giudizio possono scrivere all’indirizzo info@leretico.org per ricevere informazioni ed assistenza."

Queste le parole riportate dall'ex magistrato Angelo Giorgianni,sulla sua pagina facebook.

Personaggio ormai noto, per essere sempre stato contro le misure adottate dal governo durante l'emergenza pandemica.Una battaglia che infatti, gli ha portato la sospensione dalle funzioni e dallo stipendio,nonchè un costante linciaggio mediatico.

Attacchi e ostacoli che non hanno certo demoralizzato nè silenziato l'ex magistrato,aspetto questo, che lo si può perfettamente constatare da quanto riportato dallo stesso:

""Se il fatto di indossare la toga mi deve limitare a esprimere la mia opinione sulla legittimità di atti o di provvedimenti, o peggio ancora di denunciare fatti penalmente rilevanti, anche se riguardano rappresentanti delle istituzioni, allora preferisco lasciare la toga.
Come ho anticipato nei mesi scorsi ho rassegnato le mie dimissioni dalla magistratura, tre anni prima del previsto, perché mi posso permettere il lusso di farlo e non voglio essere condizionato in questo momento, ma voglio essere libero di poter esprimere liberamente le mie opinioni.
In questo momento c'è in ballo una battaglia troppo importante, perché c'è chi vuole limitare la nostra libertà di pensiero e imporre una propria visione. Non potevo restare magistrato perché voglio poter parlare liberamente contro questa parte anche dello Stato che ci vuole imporre le proprie idee. Sono una persona di parola, avevo detto che mi sarei dimesso e l'ho fatto".

Rita Lazzaro


  • VIA
  • OMV News Author



LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US