EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
05/09/2021
Sospese 12 milioni di dosi del vaccino Sinovac dall' Autorità sanitaria brasiliana
Silvia Pedrazzini Silvia Pedrazzini

Sabato 4 settembre il regolatore sanitario federale brasiliano ha sospeso l'uso di 12 milioni di dosi del vaccino contro il COVID-19 sviluppato dalla cinese Sinovac Biotech. Il vaccino sarebbe stato  confezionato in un luogo non approvato dall' AUE e si configura come un prodotto non regolamentato dal regolatore sanitario federale brasiliano.


Il regolatore sanitario federale brasiliano ha sospeso l'uso di oltre 12 milioni di dosi (12.113.934 dosi) del vaccino contro il  COVID-19 sviluppato dall' azienda cinese Sinovac Biotech che sarebbero state prodotte in uno stabilimento non autorizzato.
Il regolatore sanitario  sarebbe stato avvisato venerdì dall'istituto Butantan di San Paolo, un centro biomedico che ha collaborato con Sinovac per riempire e completare localmente i vaccini.
Giova precisare che durante il lancio della campagna vaccinale in Brasile all'inizio di quest'anno, la stragrande maggioranza dei vaccini somministrati proveniva da Sinovac.
Il regolatore sanitario federale brasiliano dichiara in una nota "L'interdizione cautelare come atto della misura cautelare si applica ai casi in cui i segni di alterazione o adulterazione del prodotto sono flagranti, nel qual caso l'interdizione avrà natura preventiva o ingiuntiva. Tale provvedimento ha una durata di 90 giorni, ai sensi dell'art. 23, § 4, della legge 20 agosto 1977, n. 6.437". 

fonte: Agenzia Nazionale di Vigilanza Sanitaria-Brasile 


  • VIA
  • Silvia Pedrazzini



LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US