EnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish
Powered by Google TraduttoreTraduttore
25/06/2021
Tampone allo smartphone, ricercatori sviluppano un nuovo metodo per rilevare il COVID-19 dagli schermi
Silvia Pedrazzini Silvia Pedrazzini

Un team di ricercatori del Regno Unito e del Cile hanno sviluppato un  test  per individuare il  COVID-19 nella popolazione utilizzando campioni prelevati dagli schermi degli smartphone . Vi è da preoccuparsi?

Dato che il green pass prevede anche test rapidi o tamponi e non tutta la popolazione può permettersi di affrontare tali spese, le élite hanno avuto una singolare trovata per effettuare test rapidi di massa.
Un team di ricercatori guidato da Diagnosis Biotech, la startup cilena che unisce aziende associate,  gruppi statali di biotecnologia, istituti accademici, di ricerca e organizzazioni correlate negli Stati Uniti e in oltre 30 paesi, hanno sviluppato un metodo che consente un rilevamento del virus COVID-19 utilizzando campioni prelevati direttamente dallo schermo di uno smartphone.
Il metodo è stato chiamato  Telephone Screen Test (PoST) con il quale si  analizzano i tamponi dagli schermi dei telefoni anziché direttamente dalle persone consegnando i risultati direttamente tramite SMS. Tutto ciò  facilita l'utilizzo di questo test su larga scala.
PoST prevede la raccolta di campioni dallo schermo del telefono mediante l'utilizzo di  tamponi regolari come quelli utilizzati per il campionamento nasofaringeo,  incorporandoli in una soluzione di acqua salina.
Lo studio è stato pubblicato su eLife e condotto dal Dottor Rodrigo Young dell'UCL Institute of Ophthalmology, il quale ha affermato "Come molti, ero molto preoccupato per l'impatto economico e sociale che la pandemia avrebbe lasciato alle spalle, in particolare nei paesi a basso reddito. Sapevamo che l'unico modo efficace per fermare la diffusione è quello di testare regolarmente quante più persone possibile, ma questo non stava accadendo perché è troppo costoso e scomodo".
In merito al Telephone Screen Test  il Dott. Young ha affermato "PoST è un metodo che può essere utilizzato per contenere nuovi focolai di virus spontanei e artificiali, non solo per rendere molto più facili i focolai di COVID-19, ma anche per evitare future pandemie".
In effetti dal documento si evince che "PoST è una nuova alternativa  basata su smartphone che potrebbe aiutare a contenere le epidemie di COVID-19 e l'identificazione di varianti di preoccupazione in gli anni a venire".
 





LEAVE A COMMENT

Facebook Conversations

FOLLOW US